Contatti  

A.I.A. Sezione di Enna
Via Roma, 411

94100 Enna
Telefono: 0935/1830720
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

   

Danilo Giannoccaro a Enna: “Festeggiate le vostre cicatrici!”

Nella giornata di Venerdì 8 febbraio la nostra sezione ha avuto il piacere di accogliere ed ospitare Danilo Giannoccaro, ex arbitro nella massima serie ed ora Responsabile della C.A.N. PRO. A fare gli onori di casa, il presidente di sezione Giuseppe Di Gregorio ed il vicepresidente, oltre che arbitro in organico alla C.A.N. PRO, Daniele Rutella. Un ulteriore saluto anche da parte del presidente CRA Michele Cavarretta, ospite anch’egli alla riunione anche per il rapporto che lo lega a Giannoccaro sia a livello arbitrale che dirigenziale.

Fra i numerosi ospiti presenti Roberto Fraggetta (Assistente C.A.N. PRO), Luigi Castiglione, Carmelo Parisi, Luigi Bellassai, Fabio Giallanza (Osservatori C.A.N. PRO), Umberto Raspante (componente CRA Sicilia), Biagio Girlando (Presidente della sezione di Marsala) e Cirino Longo (Presidente della sezione di Catania).

La presenza di un ospite di tale spessore ha permesso a tutti gli associati di avere una visione d’insieme della Commissione Nazionale e della macchina organizzativa che prepara arbitri, assistenti ed osservatori alle massime serie nazionali. L’intento di Giannoccaro è stato dimostrare il lavoro minuzioso e certosino che ognuno, all’interno della squadra C.A.N. PRO, svolge affinché si possa offrire un servizio d’eccezione al gioco del calcio.

Fra le tante componenti, le casistiche hanno un ruolo predominante, tanto che la mole di clip estrapolate da ogni partita raggiunge numeri elevatissimi: ma il lavoro svolto su di esse rende possibile una crescita cospicua non solo dal punto di vista tecnico, ma anche e soprattutto per lo sviluppo di una coscienza calcistica e di un’intelligenza arbitrale fervida e ricca di curiosità.

Tre pilastri, soggiunge Giannoccaro, fanno da base ad una prestazione arbitrale: l’atletico, il tecnico e il mentale. L’uno non vive senza l’altro, poiché ciascuno influisce sull’altro con forza, non potendosi redimere dal coltivarli in egual misura.

La mente, però, al di sopra dei due valori fondanti di cui sopra, svolge un ruolo d’eccezione: possedere un fervore intellettivo renderà possibile non solo trovarsi al posto ed al momento giusto per valutare un determinato caso, piuttosto, mettersi nella condizione ottimale affinché sia possibile una determinata valutazione.

Ciononostante, l’errore sarà comunque dietro l’angolo e l’invito è stato di non averne paura, quanto invece di neutralizzare le possibilità di commetterlo una seconda volta. In questi termini, essere capaci di immedesimarsi nell’errore di un collega e farlo proprio sarà la base per un’ulteriore crescita personale.

“Arguzia” e “Curiosità” sono state altre due parole chiave dell’incontro: l’importanza di una sottigliezza e prontezza di spirito, unita al desiderio di conoscenza che apre infinite vie per amare visceralmente l’attività arbitrale. È la combinazione di questi due elementi, mescolati a gli altri innumerevoli, che getta i presupposti per plasmare un arbitro ricco di sfaccettature e che, alla fine dei giochi, riesca a guardarsi alle spalle senza alcun rimorso o rimpianto poiché cosciente di aver dato il tutto e per tutto. 

Festeggiate le vostre cicatrici” è stato l’invito dell’appassionato Responsabile C.A.N. PRO, determinato a restituire quanto appreso durante la propria carriera sui campi, chiudendo dunque la riunione per lasciar posto ad un momento conviviale presso un noto ristorante del centro di Enna.

Nella giornata successiva, dovendosi fermare in Sicilia per il weekend, Danilo Giannoccaro ha approfittato per effettuare una visita del centro storico di Enna e dei suoi monumenti (tra cui il Castello di Lomvardia) accompagnato dal presidente Di Gregorio, dal vicepresidente Rutella, dal segretario Pierluigi Fazzi e dall'arbitro di futsal, nonché mente storica e ottima guida della città, Francesco Campione.

Valentina Scalzo

(Visualizza la photogallery dell'evento)

Nella foto in alto: Danilo Giannoccaro durante la riunione tecnica
Nelle altre foto: 1- al tavolo, da sinistra, Michele Cavarretta, Giuseppe Di Gregorio, Danilo Giannoccaro, Daniele Rutella; 2- 3- 4- alcuni scatti durante il lungo e appassionato intervento di Giannoccaro (nella foto della platea, in prima fila, gli ospiti in organico C.A.N. PRO presenti); 5- gli associati ennesi durante il momento conviviale post-riunione; 6- Giuseppe Di Gregorio e Danilo Giannoccaro; 7- da sinistra, Rutella, Di Gregorio, Giannoccaro, Cavarretta e Fazzi durante la visita al Castello di Lombardia.