Contatti  

A.I.A. Sezione di Enna
Via Roma, 411

94100 Enna
Telefono: 0935/1830720
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

   

Esordi di Paolo D'Amico, Gaetano Bonasera e Lorenzo Castellana

E' un Ottobre col botto quello che ha contraddistinto l'attività tecnica della sezione di Enna! Si registrano infatti ben tre esordi; uno dal sempre prolifico settore del Calcio a 5, mentre con l'inizio dell'attività dalla Seconda Categoria in giù, ricompaiono anche due debutti in queste categorie.

Scorrendo in ordine di tempo, segnaliamo l'esordio di Gaetano Bonasera (al centro nella foto) in Seconda Categoria, avvenuto l'11 Ottobre 2015 al "Comunale" di Mirabella Imbaccari (CT) per l'incontro Mirabella - San Leone, valido per il girone H e terminato con un pirotecnico pareggio per 3-3. Esordio più movimentato non poteva esserci per il diciassettenne ennese, arbitro dal 2013.

Nel week-end successivo, precisamente Sabato 17 Ottobre, il 21enne Lorenzo Castellana (a destra nella foto) scendeva in campo al "Centro Sportivo Pelluzza" di Santa Tecla (CT) per dirigere la sua prima gara da arbitro regionale di Calcio a 5 in Serie C2 che vedeva affrontarsi Stella Rossa Santa Tecla e Aciplatani Calcio 1970. La gara, valida per il girone C, è terminata con la vittoria della squadra ospite per 3-6 e ha visto ottimamente disimpegnarsi il nostro Lorenzo.

Il giorno successivo, Domenica 18 Ottobre, al "Comunale" di Caltavuturo (PA) Francesco Paolo D'Amico (a sinistra nella foto) debuttava anch'egli nel campionato di Seconda Categoria, dirigendo la gara valida per il girone B Calcio per Caltavuturo - Don Carlo Lauri Misilmeri, terminata con una vittoria di misura della squadra ospitante col risultato di 1-0. Per il 17enne ennese una gara complicata da cui è ben uscito.

Il presidente Giuseppe Di Gregorio, il vice Luigi Barbarino e tutti gli associati si congratulano con Gaetano, Lorenzo e Paolo per i loro traguardi appena raggiunti e al contempo li spingono a fare ancora meglio.

Mirko Cino