Contatti  

A.I.A. Sezione di Enna
Via Roma, 411

94100 Enna
Telefono: 0935/1830720
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

   

Gli associati nazionali ai raduni precampionato

Tra l'ultima settimana di Agosto e le prime di Settembre, i nostri 6 associati agli Organi Tecnici Nazionali hanno avuto l'onore e l'onere di rappresentare la sezione di Enna partecipando ai rispettivi raduni di competenza. In ordine cronologico andiamo a raccontare i vari concentramenti

C.A.N. D - Raduno Assistenti

Presso il centro tecnico di Sportilia, a Santa Sofia (FC) sull'appennino tosco-emiliano, sono giunti i nostri Mirko Cino Sergio Balzarini. Mirko, alla sua prima esperienza, è giunto a Sportilia col primo gruppo di assistenti, formato dai primi anni e da qualche secondo anno, il 25 Agosto per ripartire il 26 Agosto, dando il cambio a Sergio, giunto col secondo gruppo formato dal resto dei secondi anni e dai terzi e quarti anni, rimasto fino all'indomani.

Per entrambi, la due giorni è stata intensissima e dal programma identico, I lavori sono cominciati con l’intervento del vice responsabile area nord del Settore tecnico, Guido Falca, che ha spiegato la Circolare n. 1, soffermandosi molto sulle innovazioni inerenti la Regola 11, il fuorigioco.
Hanno preso quindi la parola i responsabili del gruppo assistenti, Domenico Ramicone, Paolo Calcagno e Cristiano Copelli. Il primo, in apertura di intervento, ha sottolineato quanto sia importante la motivazione: “Abbiamo bisogno di ragazzi carichi al 100 percento che vadano a collaborare con i nostri arbitri”.
Ramicone ha proseguito raccomandando ai convocati di essere sempre in linea con il penultimo difensore sul terreno di gioco, nonché di seguire l’evolversi del gioco per l’intera durata la gara, quindi anche quando l’azione si svolge nell’altra metà campo. Il vicecommissario ha terminato spaziando sull’aspetto comportamentale. Le stesse argomentazioni, ma con sfaccettature diverse, sono state poi trattate da Paolo Calcagno e Cristiano Copelli. Il primo ha inteso precisare quanto sia determinante la concentrazione durante la gara per assumere la decisione corretta. Copelli si è soffermato molto sull’intesa in campo con l’arbitro. Sono seguite esercitazioni pratiche sul terreno di gioco sui vari campi del centro sportivo. In serata Mirko e Sergio hanno sostenuto i test sul regolamento e hanno ricevuto disposizioni organizzative dal vicecommissario Enrico Preziosi. 

Il raduno precampionato della Can D, nella seconda giornata, ha visto in mattinata l’esecuzione dei test atletici. Dopo aver sostenuto le prove dei 30 metri e dell’Agility test tutti sono tornati nella sala congressi del centro sportivo, per ricevere le ultime disposizioni precampionato. Prima della chiusura del responsabile Carlo Pacifici il vicecommissario Alberto Ramaglia ha relazionato per alcuni minuti sui criteri di valutazione della terna da parte degli osservatori per poi dichiarare il rompete le righe.

C.A.I. - Raduno Arbitri

Dal 31 Agosto al 2 Settembre Daniele Rutella ha partecipato al raduno degli arbitri della C.A.I., commissione diretta da Danilo Giannoccaro. Una tre giorni intensa, partita nel pomeriggio del 31, in cui sono stati somministrati dei quiz valutativi a cura del Settore Tecnico e dei video quiz che hanno messo i giovani fischietti dinanzi a episodi sui quali bisogna intervenire prendendo una decisione tecnica e disciplinare oppure decidere di non intervenire, proprio come avviene in campo. Successivamente il gruppo si è trasferito all’aperto dove, attraverso una lezione tecnica sul terreno di gioco, si è portata l’attenzione sui posizionamenti e sullo spostamento che l’arbitro deve tenere in alcune riprese di gioco. Divisi in gruppi i direttori di gara hanno, quindi, affrontato una seduta di allenamento mettendo a fuoco le modalità di riscaldamento pre-gara. Dopo cena Katia Senesi ha tenuto una lezione sulla motivazione, su come preparare i successi e su come gestire gli insuccessi, momento di crescita e punto da cui ripartire. A chiusura della prima giornata di raduno gli arbitri sono stati divisi in gruppi, ciascuno dei quali è stato affidato ad un vice commissario tutor a chiarificare alcuni aspetti di questa realtà, nuova per la maggior parte dei convocati. 

A partire dalle prime ore della mattinata del secondo giorno, Daniele e il gruppo dei direttori di gara sono stati sottoposti ai test atletici. Rientrati in aula, Vincenzo Fiorenza, vice responsabile del Settore Tecnico, ha illustrato i contenuti della circolare n.1, con l'ausilio di video video di episodi che attraverso il confronto con i direttori di gara hanno facilitato il lavoro di comprensione e metabolizzazione delle modifiche apportate sul fuorigioco. Dopo pranzo, ha fatto seguito una lunga ed approfondita analisi di clip video con episodi riguardanti la condotta gravemente sleale, i gravi falli di gioco, la condotta violenta, i diversi tipi di falli di mano e i corretti provvedimenti disciplinari. Giannoccaro, coadiuvato da Massimiliano Velotto, ha tenuto alta l’attenzione in sala instaurando un confronto diretto con i direttori di gara che da parte loro hanno risposto con una partecipazione attiva e una voglia tangibile di aggiungere tasselli importanti al proprio bagaglio. Dopo cena, si sono alternati i componenti Luigi Stella e Paolo Consonni, che hanno parlato, rispettivamente, del rapporto arbitri-osservatori e della pianificazione delle trasferte e relativa organizzazione. In serata l’arrivo e il saluto del responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange.

Nella giornata di chiusura dei lavori, la mattinata è cominciata con una riunione tecnica in aula dove è continuata l'analisi di episodi tramite il supporto di filmati. Gli argomenti toccati dal responsabile Danilo Giannoccaro hanno spaziato dalle trattenute a diversi episodi di mass confrontation. Momento topico della riunione è stata la simulazione di un briefing pre-gara con il responsabile della CAI nei panni dell’arbitro della gara e i componenti Cerofolini e Toscano nel ruolo di assistenti arbitrali. Il raduno si è chiuso con la visita del Presidente dell'AIA Marcello Nicchi.

C.A.N. PRO - Raduno Osservatori

Il 31 Agosto gli Osservatori Arbitrali della C.A.N. PRO, organico che vede la presenza del nostro Luigi Barbarino, si sono riuniti a Tivoli Terme (RM) per il raduno di inizio stagione.
Gli Osservatori, in riunione congiunta con gli arbitri, hanno visto alcune situazioni regolamentari per ribadire alcune disposizioni date già agli arbitri a Sportilia.
Molti i video didattici visionati su diversi aspetti tra cui la collaborazione arbitro-assistenti, i provvedimenti disciplinari ed il gioco violento.
Sabato dopo la riunione mattutina è giunto il Presidente dell'AIA Marcello Nicchi con il direttore generale della Lega PRO Francesco Ghirelli per un saluto al gruppo. 
Nel pomeriggio i lavori sono proseguiti con gli osservatori, a cui sono stati spiegati i nuovi parametri valutativi in vigore da questa stagione.

C.A.N. 5 - Raduno Arbitri

Sportilia ha ospitato per ultimo il raduno degli arbitri a disposizione della C.A.N. 5 diretta da Massimo Cumbo. Dal 12 al 14 Settembre Giuseppe Di GregorioFrancesco Virga hanno fatto parte del gruppo di 137 arbitri di Serie A e A2, rispettive categorie in cui dirigono i nostri ragazzi.

Il raduno è cominciato nella tarda mattinata del 12, quando in riunione congiunta con i colleghi del primo turno hanno assistito alla visita dei due massimi esponenti dell’AIA e della Divisione Calcio a 5, Nicchi e Tonelli. Dopo i discorsi istituzionali dei massimi dirigenti, a seguire c'è stato l’intervento del Giudice Sportivo Giuffrida, che ha chiarito alcuni aspetti riguardo l’attività referendaria.
Dopo pranzo una seduta di allenamento per i nuovi arrivati, ed a seguire una full immersion col Commissario Cumbo con l’illustrazione della Circolare n. 1 e delle Linee Guida, la suddivisione in gruppi di studio e i colloqui con la Commissione.

Venerdì 13 settembre è stata la giornata delle prove atletiche prima e tecniche poi. Allo stadio “Gabetto” del Centro Tecnico di Sportilia la gran parte dei direttori di gara, tra cui Giuseppe e Francesco, è stata sottoposta alle consuete prove (30 metri, 4x10 e Ariet) sotto la supervisione della Commissione presieduta da Massimo Cumbo. Più che soddisfacenti i risultati ottenuti. Presente a quest’intensa giornata il responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange, che ha assistito alle prove atletiche.

Dopo pranzo una seduta di allenamento e poi in aula per altre lezioni tecniche e tattiche del Commissario Cumbo che si è avvalso dell’ausilio di filmati; dei “match analysis” particolarmente interessanti e didatticamente importanti. A seguire i quiz tecnici somministrati da Laura Scanu, coordinatrice per il Calcio a Cinque dell’Area Formazione, Modulo Perfezionamento Tecnico, del Settore Tecnico, che successivamente ha tenuto una preziosa relazione su “mass confrontation” e proteste di massa.
In questa giornata gli Arbitri sono pure stati visitati dai dottori Giacomo Passalacqua e Claudio Castellini appartenenti al Modulo Bio-Medico del Settore Tecnico. La consueta festa dei “decimi anni”, ovvero di coloro che si accingono ad iniziare la decima stagione sportiva alla CAN 5, ha concluso la giornata.

La terza e ultima giornata di raduno per Giuseppe e Francesco è stata una giornata piena iniziata con il Debriefing durante il quale un arbitro in rappresentanza dei gruppi di studio ha relazionato alla Commissione riguardo il tema assegnato. Queste relazioni, che attengono sempre alla sfera dell’aggiornamento e del miglioramento costante della classe arbitrale, saranno poi raccolte in seno all’Organo Tecnico per espressa volontà del Commissario Massimo Cumbo.
Al termine la visione di alcuni filmati relativi a delle partite, durante i quali il Commissario parlando di gestualità ha anche sottolineato l’importanza del “body talking” espresso ovviamente nelle forme e nei canoni dovuti.
In tarda mattinata riunione congiunta degli Arbitri con gli Osservatori, i componenti del Settore Tecnico ed i delegati dei Comitati Regionali Arbitri nel frattempo giunti.
In riunione congiunta il componente Francesco Falvo ha poi parlato della comunicazione verbale e gestuale durante la partita e della relazione che i direttori di gara devono avere con l’osservatore, che dev’essere improntato sempre al rapporto di colleganza con un associato appartenente allo stesso Organo Tecnico, nel quale vi è un distintivo tratto di umanizzazione voluto dal Commissario Massimo Cumbo.
Dopo pranzo gli Arbitri hanno lasciato il Centro Tecnico di Sportilia per rientrare nelle rispettive sedi.

(maggiori dettagli e foto su www.aia-figc.it)
Paolo Vilardi

Fabio Stelluti
Alessandro Paone
Rodolfo Puglisi

Visualizza tutto...

Giovanni Vetri al raduno del Settore Tecnico a Sportilia

Nelle giornate del 27 e 28 Luglio il nostro Giovanni Vetri ha partecipato all'incontro di tutti i moduli del Settore Tecnico tenutosi nella struttura di Sportilia, nel comune di Santa Sofia (FC).

All'inizio del mese di Luglio, infatti, Giovanni è stato confermato dal presidente Marcello Nicchi e dal Responsabile del Settore Tecnico Alfredo Trentalange nel ruolo di componente del progetto AIA/UEFA "Talent & Mentor", insieme al collega di lunga esperienza Ugo Pirrone di Catania. Il ruolo di Giovanni, il "Mentor", è quello di seguire durante un'intera stagione sportiva quattro arbitri ritenuti promettenti dal CRA (i "Talent"), visionandoli almeno cinque volte ciascuno e valutandone la reazione rispetto ai consigli datigli dall'OA o dall'OT, e se fa progressi curando quegli aspetti particolari oggetto di suggerimenti; il Mentor, inoltre, anche dalla disanima delle relazioni degli osservatori che riceve, conosce ancora di più i pregi ed i difetti dei ragazzi. 

L'incontro del Settore Tecnico è stato imperniato sul tema "La formazione arbitrale fra tecnica ed etica, organizzazione e umanizzazione" e ampio spazio durante la due giorni è stato dedicato anche ai lavori dei singoli moduli, chiamati a programmare l'attività della stagione sportiva.

Nella foto: i componenti siciliani del Settore Tecnico durante l'incontro di Sportilia; al centro in primo piano Giovanni Vetri.

Visualizza tutto...

Daniele Rutella premiato all'Oscar dell'Allenatore

Per l'undicesimo anno consecutivo, l'AIAC (Associazione Italiana Allenatori Calcio) del gruppo regionale Sicilia, presieduto da Bino Abisso, con il patrocinio del comune di Fiumefreddo di Sicilia e dell'Assemblea Regionale Siciliana, ha organizzato presso il Casale Papandrea la manifestazione "Oscar dell'Allenatore".

L'evento, che è stato un momento di confronto, di scambio di idee e novità sul mondo calcistico, ha visto numerosi premiati, che si sono distinti durante la stagione sportiva appena conclusa.

Visualizza tutto...